martedì 27 giugno 2017

IRRUZIONE ALLA COLONIA TURATI, IDENTIFICATI I 4 OCCUPANTI. IL COMUNE LI DENUNCIA

Irruzione stamane alla ex colonia Turati. La polizia locale e la polizia di Stato vi hanno effettivamente riscontrato la presenza, segnalata due giorni fa da Chioggia Azzurra, di quattro persone di origine napoletana, che avevano stabilito nella struttura la loro precaria dimora. I quattro sono stati identificati e portati al commissariato. Il Comune ha intenzione di sporgere denuncia per occupazione di edificio pubblico. Qualcuno ha anche rotto il cancello, ragion per cui la situazione si potrebbe comunque ripetere a breve anche con altri protagonisti, se non verrà riparato per tempo e se non sarà presa una decisione sul futuro dello stabile prima che il suo degrado proceda incessante.

POLIZIA, CARABINIERI E AMBULANZA PER FERMARE UOMO ESAGITATO IN CENTRO STORICO

Si è reso necessario l'intervento congiunto della polizia, dei carabinieri e di un'ambulanza, ieri pomeriggio, per sedare un 68enne che, complice il caldo, ha dato segni di squilibrio nelle calli vicine alla riva del canal Lombardo, all'altezza di calle San Nicolò. Si tratta del secondo episodio nella zona in pochi giorni, la scorsa settimana è stato protagonista un uomo di età più giovane. Le forze dell'ordine sono intervenute più volte in quei paraggi per porre fine a liti familiari e controversie tra vicini.

MARCO BASTIANELLO (BRAGOZZI ULISSE): "STANCO DI INSULTI E CONCORRENZA SLEALE, CHIAMO LA POLIZIA"

Marco Tiozzo Bastianello, il capitano dei bragozzi Ulisse, non ce la fa più. Stanco di essere provocato e insultato tutti i giorni da chi a suo dire esercita una concorrenza sleale al suo esercizio, oggi ha chiamato la polizia. E a Chioggia Azzurra mostra le proprie licenze, quella personale di taxi -servizio pubblico- n.4273 rilasciata dal Comune («altri non ce l'hanno») e quella di trasporto mcc. «C'è uno scaricabarile sul rispetto delle regole, tra Capitaneria di Porto, Comune e Polizia Locale», dice Marco. «Devo pensare al mio lavoro, ai clienti, ai turisti, non a dovermi difendere». E spiega: «Ad esempio, in piazza San Marco a Venezia non si può andare con una licenza da diporto. Per di più, per svolgere questo lavoro la barca dev'essere registrata CI o VE, non -come vedo- 2V, ovvero Ferrara, nonostante il logo “Città di Chioggia”». Marco Bastianello è determinato ad andare fino in fondo: «Questa è concorrenza scorretta. Se avrò torto io, allora pagherò».

COLONIA TURATI OCCUPATA: CI VIVONO DUE UOMINI E DUE DONNE INCINTE

Emergono nuovi particolari che confermano il servizio del TG Azzurra pubblicato ieri, riguardo una recente occupazione degli spazi della ex colonia Turati, in località Momolo a Sottomarina. I residenti della zona parlano di ben quattro persone che hanno trovato riparo nell'edificio, per quanto murato: sarebbero due uomini italiani e due donne, una delle quali di origine polacca. Le due donne sarebbero entrambe incinte. Le forze dell'ordine sono a conoscenza del fatto e così il Comune, con la difficoltà nel procedere a uno sgombero dal momento che non li avrebbero intercettati all'interno della struttura. Eventuali ulteriori aggiornamenti in seguito.

lunedì 26 giugno 2017

COLONIA TURATI ABBANDONATA A SE STESSA. E C'È QUALCUNO CHE LA STA ABITANDO

La ex colonia Turati è uno dei misteri irrisolti di Sottomarina. Restaurata sotto l'amministrazione Guarnieri, non è mai stata destinata ad alcuno scopo, fosse pure ospitare uffici o magari un ostello della gioventù. Era così inevitabile che, con l'andare del tempo, qualcuno riuscisse a bypassare la sua muratura e a stabilirvi il proprio precario domicilio: le immagini che mostriamo documentano appunto l'uso abitativo che un cittadino ne sta facendo in questi giorni. Le segnalazioni parlano anche di altre persone, viste entrare dallo stesso pertugio adiacente alla scala. Ancora una volta, il patrimonio pubblico ricade nel degrado, e non certo per colpa di chi non ha più una casa, bensì di chi lascia andare le cose accorgendosi troppo tardi che anche mettendole sul mercato non si trovano compratori se non al ribasso.

domenica 25 giugno 2017

ANZIANA DERUBATA DEL PORTAFOGLIO AL MERCATO E MULTATA IN CORRIERA PERCHÉ SENZA BIGLIETTO

Ladri al mercato del giovedì: sono tornati operativi, o forse non hanno mai smesso di esserlo. L'ultimo episodio ci è stato segnalato pochi giorni fa, quando una signora di circa ottant'anni è stata derubata del portafoglio mentre osservava le bancarelle in corso del Popolo. Non è di certo il primo caso, e ci sono state settimane in cui il bottino era anche più cospicuo: ma stavolta la beffa delle beffe consiste nel fatto che la povera donna, dovendo comunque raggiungere la propria abitazione in autobus, si è vista appioppare una multa in quanto sprovvista del biglietto e dei soldi per acquistarlo a terra, dopo appunto essersi accorta della mancanza del portamonete nella borsa. La raccomandazione, neanche a dirlo, è di tenere gli occhi aperti durante gli affollati giovedì d'estate, perché i malintenzionati sono sempre in circolazione e approfittano della calca per agire indisturbati.

venerdì 23 giugno 2017

LE MAMME DI CHIOGGIA NON SI FERMANO: NEL MIRINO ANCHE I GIARDINI DI VIALE UMBRIA

La battaglia delle mamme di Chioggia non si ferma al parco intitolato ai Diritti dei Bambini, inaugurato all'isola dell'Unione nonostante varie situazioni di degrado. Laura Doria ed Eliana Ardizzon, le promotrici di questa iniziativa, colgono l'occasione anche per puntare i fari sui giardini di piazza Europa e su quelli storici di viale Umbria: giostre mal messe, fontane che non erogano acqua, bagni poco fruibili, infrastrutture fatiscenti. «Meglio chiuderli che offrire questo servizio a residenti e turisti», dicono le due donne. Che continuano: «Inoltre le persone con difficoltà motorie non possono percorrere i sentieri interni perché la dislocazione delle panchine non li aiuta». Ieri intanto il sopralluogo di mezza giunta e dei tecnici comunali all'isola dell'Unione.