giovedì 17 agosto 2017

TURISTA FERITO ALLA GOLA IN CAMPEGGIO: TENTATO OMICIDIO O SUICIDIO?

Un cittadino austriaco di 54 anni, in vacanza a Sottomarina, è stato trovato attorno alle 5.30 del mattino con una grave ferita alla gola, dalla quale usciva una enorme quantità di sangue. Il fatto è accaduto al campeggio Internazionale in via Barbarigo, e i soccorritori lo hanno condotto d'urgenza all'ospedale all'Angelo di Mestre, dove versa in condizioni critiche. Per le ferite è stato adoperato un coltello seghettato. L'uomo è ingegnere, sposato con una giapponese, un figlio. Le ipotesi che si fanno strada sono il tentato suicidio o il tentato omicidio, stanno indagando i carabinieri.

mercoledì 16 agosto 2017

BLITZ DI FERRAGOSTO, IL GIORNO DOPO. LA SPIAGGIA È PRESIDIATA, I VENDITORI SONO NASCOSTI

Questa mattina il litorale nord di Sottomarina si è presentato sgombro dalla presenza di venditori non autorizzati, dopo il massiccio blitz di ieri. Anche oggi le forze dell'ordine sono impegnate in una vasta operazione di controllo del territorio, nonostante l'esiguità del personale a disposizione. Questi commercianti, per lo più africani e asiatici, si avvisano a distanza via telefono, e appunto si sono nascosti in attesa di tempi migliori. È stata comunque confiscata merce anche stamane. Va ricordato che chi acquista alimenta il commercio, e può essere sanzionato con contravvenzioni da 50 euro in su, come è già avvenuto in questa stagione.

martedì 15 agosto 2017

BLITZ DI FERRAGOSTO IN SPIAGGIA, MAXISEQUESTRI DI MERCE IRREGOLARE: I VENDITORI SI RIBELLANO CON VIOLENZA ALLE FORZE DELL'ORDINE

È in corso dalle prime ore della mattina un'imponente operazione interforze per la repressione del commercio illegale sulla battigia di Sottomarina. C’è stata un’immediata risposta delle forze dell'ordine alle sollecitazioni dell'amministrazione comunale e delle associazioni di categoria: polizia locale, carabinieri, guardia di finanza e polizia di Stato stanno intervenendo in massa. Tantissima la merce sequestrata, al punto che si sono resi necessari più viaggi per portare via dalla battigia centinaia di borsoni pieni.
Il tutto sotto gli occhi degli stessi venditori, attaccati ai cellulari sicuramente per allertare i "colleghi": vengono segnalate ribellioni alle forze dell'ordine, in alcuni casi anche con violenza e l'uso di bastoni. La situazione era diventata insostenibile soprattutto per l'ostacolo di fatto alle operazioni di soccorso in mare: nei giorni scorsi infatti si era formata ben una tripla fila di venditori, che impediva il passaggio ai bagnini e agli stessi villeggianti. Senza dimenticare il caso eclatante di due settimane fa, quando un bagnino ha chiesto ad un senegalese di spostarsi e per tutta risposta questi gli ha rotto il setto nasale a testate.

AGGIORNAMENTO ORE 12: a fare le spese della ribellione da parte di alcuni venditori irregolari sulla battigia di Sottomarina (zona Nuova Marina Sirenella) è stato il maggiore dei carabinieri Andrea Mattei, che è dovuto ricorrere alle visite del pronto soccorso dove è stato portato in ambulanza, a seguito di una colluttazione durante la quale un africano lo ha stretto per il collo. Il maggiore Mattei ha una prognosi di 25 giorni. Anche l'aggressore è al pronto soccorso, piantonato dai carabineri cui è affidato, in stato di arresto per resistenza a pubblico ufficiale. C'è stato un assembramento, con i senegalesi intervenuti per liberare il loro connazionale, mentre alcuni turisti hanno inveito contro i commercianti illegali, plaudendo all'operato delle forze dell'ordine, presenti in massa nonostante le risorse limitate. Oltre 4300 i pezzi sequestrati stamane, di cui 1600 contraffatti, per un totale di tre tonnellate di merce.

AGGIORNAMENTO DI MERCOLEDÌ 16 AGOSTO: l'aggressore del maggiore Mattei ha patteggiato 1 anno e 4 mesi, con pena sospesa e immediata liberazione. Il reo è clandestino dal 2007, arrestato già altre due volte in precedenza.

lunedì 14 agosto 2017

ANCORA CAOS IN ZONA 4. DOLFIN: "AL PARCHEGGIO BOEMIA SI PAGA, QUANDO DOVREBBE ESSERE GRATUITO"

Nuova grana per il Comune a proposito di Zona 4 e parcheggi a Sottomarina. La solleva il consigliere leghista Marco Dolfin, e riguarda stavolta il parcheggio Boemia, sito all'incrocio tra il lungomare e viale Ionio, nella zona già demaniale e riscattata recentemente dall'amministrazione. Dal momento che il Comune non è riuscito a gestirlo in proprio -dice Dolfin- il parcheggio è stato concesso in uso alle associazioni di categoria del turismo, a titolo gratuito e senza alcun onere (quindi aperto a tutti), in assenza di una convenzione o di una delibera. Ma ieri c'è stata la prova che questo accesso non è, appunto, gratuito per tutti: un'auto è entrata, il suo conducente ha chiesto come funziona, gli è stato risposto che i bagnanti di determinate spiagge possono lasciare l'auto senza pagare, mentre per il solo parcheggio libero da vincoli balneari è stato istituito un canone di 5 euro. Questo senza che sia scritto da qualche parte, manca anche una tabella di cassa. «Stanno lucrando sulle spalle dei residenti della Zona 4», continua Dolfin: «Questi sono stati costretti a pagare dal ripristino del sistema, e si cerca anche di prendere soldi dai turisti in via Colombo. Ma a questo punto, il pendolare del mare può parcheggiare gratis al Boemia purché utilizzi una delle spiagge indicate, mentre chi abita in questa parte di Sottomarina è costretto a sottoscrivere un abbonamento e cercare un posto in linea gialla anche per mezz'ora, non trovandolo gli serve un ulteriore pass per parcheggiare fra le linee blu». Secondo l'esponente della Lega, il Comune ha ripristinato la Zona 4 «per imporre una nuova tassa ai residenti». Dolfin rileva come fosse stata chiesta un'apposita seduta di commissione, ma è stata rinviata: «Va ridiscusso da subito a 360°, c'è caos. Più che altro mi chiedo se il Comune è al corrente di cosa succede nella gestione del parcheggio Boemia, visto che l'ha messo a disposizione di tutti, e a titolo gratuito».

sabato 12 agosto 2017

PARCO DI PIAZZA EUROPA: PANCHINE GIÀ "FUORI SEDE" IN SOLI DIECI GIORNI. FORSE A OTTOBRE NUOVI FONDI PER LE SISTEMAZIONI

Nemmeno dieci giorni sono trascorsi da quando SST ha sistemato e posizionato le nuove panchine al parco di piazza Europa, che già sono state spostate e messe fuori dal loro alveo. E dire che ci vuole anche una certa forza, non pensabile nei bambini più piccoli. La segnalazione è di Laura Doria, l'attivista alla quale si deve la mobilitazione per il recupero dei parchi cittadini contro il loro degrado: «Non c'è niente da fare, per quanto ci si impegni, tutto sta nella cultura e buona educazione della nostra gioventù», dice Doria. Che continua: «Non hanno nient'altro da fare, questi ragazzi, che spaccarsi la schiena per spostare le panchine?». La notizia è arrivata anche in Comune: «Il dirigente Ardizzon -prosegue Laura Doria- mi ha confermato che il 31 luglio scorso è stata indirizzata all'ufficio Lavori Pubblici una lettera firmata dal vicesindaco Marco Veronese con cui si mette in evidenza la necessità di eseguire i lavori di manutenzione straordinaria nei parchi pubblici, quali la sistemazione dei bagni, nuove giostre e -cosa molto utile- gliu impianti di videosorveglianza». Il vicesindaco però ha ribadito che attualmente non ci sono fondi a bilancio, ma il caso sarà preso in esame nella prossima variazione dei conti prevista per ottobre. Laura Doria ha in programma per fine agosto un incontro con il tecnico di SST Enrico Genovese, nel quale chiederà informazioni sul proseguo dei lavori: «Spero di avere risposte anche sul ripristino della fontana dell'isola dell'Unione, per quanto riguarda l'allacciamento alla rete idrica».

venerdì 11 agosto 2017

NORDAFRICANO UBRIACO STRATTONA E MINACCIA CAMERIERA CON UNA BOTTIGLIA AL BAR JAMIRO. FERMATO DAI CARABINIERI

Un cittadino nordafricano, ieri in tarda serata, in preda all'alcool ha minacciato di violenza sessuale una cameriera del bar Jamiro in viale Mediterraneo, brandendo una bottiglia dopo aver strattonato la ragazza. L'uomo è poi fuggito dal locale senza pagare le cinque birre consumate. I carabinieri, allertati da un amico della giovane, hanno rincorso l'esagitato e lo hanno fermato più avanti, nella medesima strada, in direzione lungomare, per essere deferito in caserma dove sono state ascoltate anche alcune testimonianze.

AGGIORNAMENTO DELLE ORE 15: al marocchino sono stati comminati 8 mesi di reclusione, la pena è sospesa. Gli agenti intervenuti hanno avuto difficoltà nell'immobilizzarlo data la resistenza.

IMPORTANTE OPERAZIONE INTERFORZE STAMANE ALL'HOTEL CAPO EST: NEL MIRINO L'OSPITALITÀ AI VENDITORI ILLEGALI?

Una massiccia operazione interforze è in corso dalle prime ore del mattino all'hotel Capo Est in via Cristoforo Colombo a Sottomarina. L'iniziativa, alla quale partecipano carabinieri -anche con il personale della motovedetta- polizia di Stato e polizia locale, è volta alla ricerca di eventuali irregolarità. Nei giorni scorsi molti cittadini avevano segnalato la possibile presenza di extracomunitari nell'albergo, collegata al commercio illegale sulla vicina spiaggia. Certo è il fatto che alcuni operatori turistici (residence ma anche stabilimenti balneari) offrono ospitalità notturna a questi venditori, che al mattino si ripresentano sulla battigia per continuare il commercio non autorizzato.