giovedì 19 gennaio 2017

AMBULANTI ABUSIVI STAMANE AL MERCATO: SEQUESTRO E MULTA DA PARTE DELLA POLIZIA LOCALE


Più di qualche concittadino si è domandato cosa stesse succedendo questa mattina al mercato del "zioba", all' altezza del Palazzo Granaio, vista la presenza della Polizia Locale nelle vicinanze di un banco di venditori ambulanti. Intorno alle ore 11 è iniziato un intervento dei vigili, in particolare del settore preposto al commercio, perché un venditore ambulante non autorizzato stava svolgendo l' attività pur essendo in stato di "scaduta titolarità del posto di esercizio", non potendo pertanto operare. Dopo aver accertato il tutto, il personale della Polizia Locale è intervenuto secondo il regolamento per violazione del decreto legislativo 114 del 1998, e ha proceduto al sequestro della merce previsto nei confronti di chi esercita senza essere in possesso della prescritta autorizzazione. Oltre al sequestro è stata comminata una multa agli operatori ambulanti che, al momento dell'intervento, erano in due unità impegnate all'abituale operazione di vendita.

LA NON COLLABORAZIONE DEGLI AUTISTI DI LINEA 80 È VERAMENTE TERMINATA? C'È CHI DICE NO


Pareva che l'accordo tra sindacati e Actv di ieri sera avesse posto fine alla non collaborazione dei piloti di linea 80, ma oggi vengono segnalate ancora corse saltate tra Chioggia e Venezia e viceversa. I malumori coinvolgono gli stessi lavoratori pendolari dell'Azienda, non solo della navigazione ma anche del servizio urbano di Mestre e Marghera: alcuni sostengono che il vero problema non siano i timori per il passaggio all'acquirente privato, bensì la gestione egli straordinari e dei riposi sospesi, che crea disservizio, e c'è chi pensa che sopra questi temi si innestino destabilizzazioni ad hoc di "cani sciolti" non legati ai sindacati.
L'invito ai lettori, specie utenti del servizio Actv di linea 80, è di segnalare a Chioggia Azzurra le corse eventualmente destinate a saltare anche oggi e nei prossimi giorni, di modo da comunicarlo alla cittadinanza interessata.

mercoledì 18 gennaio 2017

LADRI IN AZIONE A SOTTOMARINA: RUBATI ELETTRODOMESTICI DA UNA CASA IN TRASLOCO


I ladri hanno visitato ieri un appartamento in via Ginestra a Sottomarina, una laterale di via Belfiore. La casa, disabitata e in fase di ristrutturazione, ospitava alcuni effetti personali ancora imballati a seguito di trasloco: rubati tra gli altri un aspirapolvere Folletto nuovo, un condizionatore d'aria -anch'esso nuovo- con split e motore, apparati audio per diffusioni musicali. La zona non è distante da via Alga, tristemente nota alle cronache per i numerosi furti ad opera di una giovane gang dell'estate e dell'autunno 2016. È stata sporta denuncia ai carabinieri, la speranza è di ritrovare la refurtiva, magari messa in rivendita attraverso uno dei tanti gruppi su facebook.

POSSIBILE TRUFFATORE SEGNALATO IN CENTRO STORICO A CHIOGGIA. VENDE PENNE IN CAMBIO DI OFFERTE


(immagine da internet che non si riferisce al caso in questione)

Viene segnalato un sospetto truffatore che si aggira per i negozi del centro storico di Chioggia. Stamattina è stata la gerente di una bottega di articoli da regalo ad accogliere un tizio robusto, calvo, con tatuaggio sul polso, che si esprimeva in italiano corretto. Aveva alcune penne in mano, addosso recava un cartellino con disegnato uno “smile” giallo, e si spacciava per un operatore di pediatria: chiedeva un'offerta in cambio della vendita di quelle penne. Al che la donna ha risposto: «Sono già stata imbrogliata una volta» e l'uomo ha dichiarato: «Nessun problema, mi spiace per quello che le è successo», dileguandosi dall'esercizio commerciale. Nel caso accadessero analoghi episodi, raccogliamo le vostre segnalazioni.

lunedì 16 gennaio 2017

CHIUDE LA DISCOTECA PRINCE PER MANCATO PAGAMENTO DI AFFITTI ARRETRATI


"Non pago affitto" è una hit degli ultimi tempi, che grazie al rapper Bello Figo è approdata anche nelle discoteche. Potrebbe essere la colonna sonora della chiusura del Prince, il locale sito in Val da Rio che oggi ha chiuso i battenti per morosità: troppe le pigioni degli affitti arretrati da corrispondere, così è arrivato lo sfratto e con esso l'ufficiale giudiziario, preludio al cambio delle serrature. Si chiude così l'ennesima pagina sfortunata per lo stabile, che nel tempo ha conosciuto altre chiusure per due precedenti gestioni. Amareggiato il gestore Angelo Rizzi: «Abbiamo investito centinaia di migliaia di euro in quel posto, gettato sangue e superato problemi, messo a norma il locale e ottenuto le licenze per il ballo. Manteniamo le promesse e pagheremo i debiti. Poi si dice che a Chioggia non c'è niente per la notte». Il Prince era frequentato da molti adolescenti e per qualche tempo ha rappresentato l'unico club notturno nel territorio comunale.

domenica 15 gennaio 2017

DISAGI A NON FINIRE PER LA NON COLLABORAZIONE DEI PILOTI DI LINEA 80


Anche questa sera continuano incessanti i disagi alla circolazione della linea 80 Actv tra Chioggia e Venezia. Da piazzale Roma non è partito l'autobus delle ore 20.55, mentre anche in piazza Europa a Sottomarina i passeggeri -per lo più lavoratori pendolari- aspettavano al freddo da un'ora. In entrambi i casi il deposito di Borgo San Giovanni non dava risposte al telefono.

venerdì 13 gennaio 2017

DISAGI AGLI UTENTI ACTV LINEA 80, NON È PARTITA LA CORSA DELLE 9 DA CHIOGGIA A VENEZIA


Brutta sorpresa per chi doveva recarsi a Mestre o Venezia con la corsa di linea 80 delle ore 9 di stamane. Alla fermata di via Naccari, l'unica nel centro di Chioggia, dopo 40 minuti l'autobus non era ancora passato (la distanza dal capolinea di Sottomarina consente al mezzo di raggiungere quella fermata in 15 minuti, previo traffico), segno che la corsa non era proprio partita. «Il prossimo bus sarà strapieno e dovremo fare il viaggio in piedi -dicono gli utenti- perché tutte le fermate intermedie saranno colme di gente come qua».