sabato 30 dicembre 2017

GIOVANE AFRICANO PESTATO SELVAGGIAMENTE A SOTTOMARINA, NESSUNO HA MOSSO UN DITO

Misterioso quanto efferato pestaggio, verso la serata di venerdì, nei pressi di viale Trieste a Sottomarina. Un giovane africano di età compresa fra i venti e i trent'anni, alloggiato in una struttura ricettiva cittadina per richiedenti asilo, è stato letteralmente massacrato di pugni e botte da un chioggiotto particolarmente violento, che lo ha lasciato a terra esangue per molto tempo. Non si conoscono ancora le motivazioni dell'aggressione, ma la zona era frequentata e molte persone hanno assistito alla scena senza cercare di impedirla, magari per il timore di ritorsioni: si parla di una cattiveria inaudita, che si è circostanziata in vari segni sulla faccia gonfia della vittima, caduta al suolo con la testa e priva di sensi.
Nessuno si è avvicinato all'uomo di colore, salvo l'intervento -ormai a tarda ora- prima dell'ambulanza (che lo ha condotto al pronto soccorso) e poi dei carabinieri della vicina stazione, i quali sono arrivati quando la piccola folla si era già dileguata e non hanno trovato testimoni oculari. Ieri mattina il ragazzo era ancora al pronto soccorso, col volto fasciato e i tamponi ad assorbire il sangue dal naso. Chi ha soccorso l'africano sostiene che fosse un po' alticcio: ma anche se avesse agito in maniera discutibile, o eccessivamente “amichevole”, niente giustifica la carneficina avvenuta né l'assoluta indifferenza dei passanti alla sorte di chi ha subìto i colpi.
Eventuali ulteriori dettagli in seguito.

8 commenti:

  1. Se si scopre il pugile sonno curiosa se metete il nome.

    RispondiElimina
  2. e uno della lega?? w Salvini

    RispondiElimina
  3. Ognuno a casa sua ....

    RispondiElimina
  4. Tanti anni fa mio padre Italiano Chioggiotto venne bastonato per una cavolata da 2 napoletani con precedenti penali in pieno centro,ne uscì con 40 giorni di prognosi,ebbene non solo nessuno si mosse ad aiutarlo, era estate e i bar erano pieni di gente, ma oltretutto nessuno gli fece da testimone al successivo processo.Qui non è questione di extracomunitari o razzismo, ma di innata e secolare omertà Chioggiotta,se qualcuno ti ammazza per strada i tuoi vicini di casa si gireranno dall'altra parte, e continueranno a brindare per il fine anno.

    RispondiElimina
  5. E DATE TORTO A QUESTE PERSONE ??PROVATE A TESTIMONIARE PER QUALCOSA E VEDRETE POI ,NON DAI MALCAPITATI O ALTRI MA DALLA LEGGE ATTUALE ,AVRETE TANTE SECCATURE CHE SOLO METTA' BASTEREBBERO,SI E' TRATTATI COME SE I COLPEVOLI FOSERO I TESTIMONI,MA QUESTO NON E' COLPA DI NESSUNO SOLO DELLE LEGGI ATTUALI NON ADEGUATE!BUON ANNO A TUTTI

    RispondiElimina
  6. E’ vero quello che dici. L’omertà te la fa venire fuori la giustizia attuale.
    Qualcuno si lamenta che nessuno è intervenuto per sedare la rissa. E chi vuoi che si metta in mezzo fra un ubriaco e uno che picchia sodo. Neanche il telefono per segnalare al 118 è consigliato perché ti rintracciano. La telefonata viene registrata.

    RispondiElimina
  7. Chissà chi sera tutti i bar de cosa.
    Vedemo dopo dove che Ande a zincarve de spriss alcolisai.

    RispondiElimina