mercoledì 30 agosto 2017

BAGNINO COLPITO DALL'AMBULANTE, IL SETTO NASALE RESTA DEVIATO: LA CITTÀ CHIAMATA A UNA PROVA DI GENEROSITÀ

Non è ancora trascorso un mese dall'increscioso episodio che il 3 agosto scorso ha visto suo malgrado protagonista un bagnino 36enne, che ai bagni Oasi è stato colpito al naso da un venditore senegalese il quale non voleva spostarsi, causandogli la frattura del setto. La vicenda purtroppo conosce nuovi sviluppi, in quanto il povero bagnino sta affrontando la riabilitazione funzionale che gli consentirà di tornare a respirare meglio grazie al raddrizzamento del setto dall'interno, ma per farlo tornare nel suo asse occorre un'operazione che non viene rimborsata dal servizio sanitario nazionale, in quanto ritenuta una questione estetica. La somma di questo intervento, che il bagnino vorrebbe affrontare per tornare a riavere il suo naso, si aggira sui 6500 euro: una cifra che il giovane non possiede, lavorando per vivere. Nemmeno l'Inail può corrispondere, dal momento che con grande abnegazione il 36enne già l'indomani si era presentato al lavoro, rinunciando a mettersi in stato d'infortunio: anzi, ha già dovuto pagare oltre 500 euro per le spese sostenute fin qua. Per aiutare questo sfortunato ragazzo, Chioggia Azzurra chiama a raccolta la generosità dei chioggiotti, chiedendo di aiutarlo a sostenere le spese necessarie all'intervento di sistemazione del setto nasale. La città saprà ancora una volta mostrare il suo volto migliore?

Nessun commento:

Posta un commento