sabato 19 agosto 2017

MASSIMO BONALDO (LEGA NAVALE): "CIRCONDATO E MINACCIATO DAI GIOVINASTRI CHE OCCUPANO LA PIATTAFORMA SUL LUSENZO"

Un increscioso episodio è accaduto ieri pomeriggio, attorno alle ore 16, sulla riva del Lusenzo a Borgo San Giovanni. Il presidente della sezione clodiense della Lega Navale Italiana, Massimo Bonaldo, è stato inseguito, circondato, insultato e minacciato da una decina di ragazzini abituati a sostare per ore sulla piattaforma lignea che dà in laguna, ormeggio riservato ai corsi di vela organizzati dalla Lega Navale. Bonaldo aveva scattato alcune immagini del degrado, con lo scopo di segnalarle alla polizia locale e trovare una soluzione, quando il gruppo di giovinastri lo ha bloccato in tal modo. Bonaldo avrebbe anche cercato di invocare l'aiuto della polizia locale per sequestro di persona, all'arrivo di altri adolescenti -alcuni in motorino, in zona vietata ai motori- è stato costretto a cancellare le foto dal proprio dispositivo telefonico, ma ha comunque avvertito la polizia locale del fattaccio. Il suggerimento è stato di conferire direttamente con l'amministrazione comunale, dal momento che le risorse umane a disposizione del comando sono limitate, specie dopo il concorso primaverile andato praticamente deserto. Risulta pendente anche la richiesta di spostare la piattaforma altrove sul Lusenzo, per costruire una migliore base nautica in uso alla Lega Navale.

1 commento:

  1. dove sono i genitori di questi ragazzi??? Probabilmente sono peggio dei figli. E comunque sanno che qualunque cosa facciano i figli non succede niente, NESSUNO PAGA.

    RispondiElimina