mercoledì 31 gennaio 2018

I SOLITI VANDALI DEVASTANO I LAMPIONI LUNGO IL LUSENZO: DENUNCIATI

Il vandalismo giovanile si sta estendendo a macchia d'olio in tutta la città. Non più solo gli incendi al parco degli orti e gli sfregi alle vetture in sosta a via Cristoforo Colombo. Ora le gang della noia e del disinteresse hanno ripreso ad attaccare la bellissima passeggiata lungo il Lusenzo: sono infatti ben 12 i lampioni messi fuori uso nell'anello che circonda la laguna, abbattuti o semplicemente privati della possibilità di illuminare il percorso, sia nella riva di Sottomarina che sul ponte Baden Powell, completamente al buio di sera. Già negli ultimi due anni alcune compagnie di adolescenti sfaccendati avevano gettato in acqua bidoni e addirittura biciclette, ed erano state individuate, con conseguenze economiche per le proprie famiglie quanto alla riparazione del danno. Adesso, ai lampioni si aggiungono devastazioni ai segnali stradali e agli estintori, anche nelle strade laterali alla laguna: l'ammontare della rovina è sicuramente ingente, al punto da non poter più essere tollerato. Nei giorni scorsi è stata sporta denuncia ai carabinieri, e l'amministrazione con SST sta cercando le risorse per la remissione in pristino, ammesso che sia possibile riportare tutto allo stato precedente: la situazione non è ancora stata sbloccata, ma i passi opportuni sono stati compiuti. Anche la latente crisi di giunta -sul piatto ci sono le dimissioni dell'assessora ai lavori pubblici Elga Messina- non aiuta a risolvere il problema in tempi brevissimi. L'assessora all'istruzione Isabella Penzo ha più volte manifestato l'esigenza di restituire qualità e sicurezza alla strada pedonale e ciclabile lungolaguna, in specie nei pressi degli istituti scolastici di Borgo San Giovanni e della pista rosa, nell'area recentemente dedicata alla povera Jessica Nordio. Fa male sapere che le persone che si rendono colpevoli di questi atti hanno circa l'età della ragazza uccisa trent'anni fa.

1 commento:

  1. Ci vogliono pene pesanti e ben rese pubbliche, solo in questo modo eventuali altri imbecilli ci penseranno bene prima di ripetere certe azioni

    RispondiElimina