martedì 19 giugno 2018

INCIDENTI STRADALI A BORGO SAN GIOVANNI, IN USCITA DAL PONTE CAVANIS È EMERGENZA CONTINUA PER L'ALTA VELOCITÀ

Se la famigerata 309 Romea è la strada più tristemente celebre per l'alto numero di incidenti, nei fatti il numero dei sinistri che avvengono nei centri abitati di Sottomarina, Chioggia e soprattutto, ultimamente, Borgo San Giovanni risulta assai più elevato, in proporzione alla quantità di veicoli che transitano. Nel quartiere periferico ormai l'emergenza è continua, praticamente quotidiana: ben tre casi nei tre ultimi giorni, tutti ai piedi del ponte Cavanis che unisce il Borgo al centro storico di Chioggia. Ieri attorno alle 14.30 è avvenuto lo scontro fra uno scooter condotto da un uomo e una bicicletta condotta da una donna: confermato dall'ingente spargimento di sangue sul selciato, l'urto è stato molto forte, tanto che gli inquilini del condominio di fronte sono usciti al poggiolo a vedere, richiamati dal volume. Il che fa pensare che il limite di velocità, posto a 30 km orari, non sia stato granché rispettato, come pure in altre occasioni. I due malcapitati sono stati condotti in ambulanza all'ospedale, dove sono state loro riscontrate fratture multiple con trauma cranico; più complicata è la situazione dello scooterista, nella giornata di oggi i medici valuteranno eventuali trasferimenti. Colpisce l'escalation degli incidenti stradali nella zona, che sempre più spesso coinvolgono scooter e biciclette, dato anche il difficile disbrigo in uscita dal ponte e l'immissione nella ciclabile del Lusenzo oltre che in quella che costeggia la carreggiata fino alla ferrovia, spesso occupata impropriamente anche da pedoni, che costringono i ciclisti ad affrontare i pericoli della strada principale, ovvero via Granatieri di Sardegna.

Nessun commento:

Posta un commento