martedì 17 luglio 2018

AGGUATO IERI SERA A BORGO SAN GIOVANNI: ACCOLTELLATO UN MAROCCHINO, IN RIANIMAZIONE CON LA MILZA PERFORATA

Un grave fatto di sangue è avvenuto ieri sera attorno alle 21 a Borgo San Giovanni, in via Enrico de Nicola, laterale dell'arteria principale (via Granatieri di Sardegna) che taglia in due il popoloso quartiere. Un cittadino marocchino dell'età di 42 anni è stato colpito da tre coltellate all'addome, riportando la perforazione della milza con conseguente e copiosa perdita di sangue: ha trovato la forza di portarsi sulla strada principale per chiedere aiuto, è quindi stato soccorso dall'ambulanza e ricoverato all'ospedale di Chioggia in codice rosso, dove ora versa ancora in rianimazione. In loco per i rilievi sono giunti anche i carabinieri, ai quali sono affidate le indagini. L'uomo lavora come saldatore alla Fincantieri di Marghera, e secondo una prima ricostruzione dei fatti sarebbe stato atteso al rientro dal lavoro da un altro individuo, di nazionalità egiziana, che vive nella stessa abitazione: l'aggressore ha inveito contro il marocchino usando l'arma bianca per poi darsi alla fuga.
Si dovrebbe trattare quindi di un agguato in piena regola, di cui si ignora il movente: la vittima risulta integrato, incensurato e non desta sospetti quanto alla condotta di vita. Al momento la pista più accreditata risiede nella degenerazione di un diverbio tra i due, forse originati da cause futili. Tuttavia questo crimine, che ha mobilitato passanti e residenti in quanto avvenuto en plein air, ha messo in allarme chi abita a Borgo San Giovanni: più di qualcuno denuncia una situazione di crescente insicurezza legata a presenze poco raccomandabili in alcuni esercizi della zona che rimangono aperti fino a tardi, oppure nelle strade interne che portano verso la laguna.

Nessun commento:

Posta un commento