sabato 31 marzo 2018

FINALMENTE APERTI I BAGNI PUBBLICI IN CENTRO STORICO A CHIOGGIA: MA SI TRATTA DELL'ATRIO DEL PALAZZO "DELLE FIGURE"!

Finalmente Chioggia ha il tanto atteso vespasiano, per le esigenze corporali di turisti e passanti. E per la sua ubicazione è stato scelto di fare le cose in grande stile, adoperando addirittura l'atrio di uno dei più bei palazzi che danno sul corso del Popolo, palazzo Naccari Ravagnan detto anche “delle figure” per via degli affreschi sulla facciata principale: là dove fino a poche settimane fa insistevano gli uffici della banca Monte dei Paschi, già Antonveneta, è rimasto aperto il portone per via di un contenzioso con l'istituto di credito che pare non aver ancora restituito le chiavi, e ciò ha messo qualcuno nelle condizioni di pensare ad usare questo prezioso spazio signorile per fare i propri comodi -nel senso di gettare i rifiuti comuni- e i propri bisogni, proprio quelli fisiologici. Scherziamo per non piangere, naturalmente, ma non è certo un bel biglietto da visita per la città che uno dei suoi fiori all'occhiello sia ridotto in questo stato a causa dell'incuria dei responsabili e dell'inciviltà degli esseri umani. Fermo restando che il centro storico di Chioggia di bagni pubblici ha bisogno, certo non può essere l'ingresso di una perla del genere.

(Nel video si fa erroneo riferimento alla Banca Nazionale del Lavoro, che non c'entra. La filiale coinvolta invece è quella ex Monte dei Paschi, da poco trasferitasi. Ce ne scusiamo con gli interessati)

6 commenti:

  1. Se il turista non trova i bagni pubblici in una citta turistica come Chioggia fanno bene a defecare e pisciare nelle calli dentro i palazzi storici proporrei anche di farlo anche nell' androne del municipio e dietro il municipio chissa che l' ennesimo assessore al demanio e turismo non gli venga in mente di aprire il bagno pubblico che esiste dietro il ristorante EL GATO sempre che sappino della loro esustenza Venturini Daniele commerciante storico del centro storico di Chioggia

    RispondiElimina
  2. Ricordo che operai del magazzino comunale periodicamente, in angoli e cantoni ed anfratti, riversavano del liquido disinfettante; sovente ove orinavano derelitti ma, in generale, ovunque per la citta'...

    RispondiElimina
  3. Forse meglio nella tua attivitá di commerciante storico del centro storico chioggiotto.
    Ma sei storico davvero?

    RispondiElimina
  4. I cani e i loro padroni che hanno trasformato Chioggia in un orinatoio e cacatoio pubblico non li contiamo?

    RispondiElimina
  5. Se permetti molti ma davvero molti proprietari di cani ormai puliscono per bene dove il loro amico a 4 zampe sporca, si continua a denigrare i proprietari di animali, dimenticando e tacendo su problemi maggiori che passano inosservati: ad esempio in alcune calli, a Chioggia, vi sono sotto portici utilizzati in tutte le 24 ore, da giovani e diversamente tali come ritrovo per assaporare il piacere di droghe piu o meno leggere,i l tutto sotto gli occhi di residenti e passanti che si guardano e girano alla larga dalle "gallerie del "proibito", e vi assicuro che gli utilizzatori di tali luoghi di zampe ne hanno 2 e non 4!Lancio un appello alle forze dell'ordine,fatevi un giretto in calle San Cristoforo qualche volta e controllate cosa avviene nel lungo sotto portico di quella via!!

    RispondiElimina
  6. Chi bruti cani ...

    RispondiElimina

Purtroppo siamo bersagliati dallo spam. Se vuoi commentare devi registrarti su google anche con un nick name, ci dispiace ma e' diventata una cosa impossibile.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.