giovedì 25 luglio 2013

ARRESTATO STALKER DI 28 ANNI DAI CARABINIERI

I CARABINIERI DI CHIOGGIA HANNO PROCEDUTO ALL’ARRESTO DI UN 28ENNE CHIOGGIOTTO, RITENUTO RESPONSABILE DEI REATI DI ATTI PERSECUTORI, LESIONI PERSONALI, PERCOSSE E DANNEGGIAMENTO, COMMESSI IN DANNO DELL’EX MOGLIE. IL PREDETTO, CHE ERA GIA’ STATO ARRESTATO DAI CARABINIERI DI CHIOGGIA NEL LUGLIO 2011, PER IL REATO DI STALKING, NEGLI ULTIMI MESI AVEVA RIPRESO A COMPIERE ATTI PERSECUTORI, NEI CONFRONTI DELL’EX MOGLIE, CONSISTITI IN REITERATE PERCOSSE, LESIONI E DANNEGGIAMENTI NONCHE’ IN CONTINUI PEDINAMENTI NEI CONFRONTI DELLA DONNA. PROPRIO A SEGUITO DI QUESTI EPISODI, NEL MAGGIO DI QUEST’ANNO, IL G.I.P. DEL TRIBUNALE DI VENEZIA, AVEVA EMESSO NEI CONFRONTI DELL’UOMO, LA MISURA CAUTELARE DEL “DIVIETO DI AVVICINAMENTO AI LUOGHI FREQUENTATI DALLA PERSONA OFFESA”. NONOSTANTE LA MISURA CAUTELARE, IL 28ENNE AVEVA CONTINUATO A PERSEGUITARE LA DONNA ED IN UNA OCCASIONE, MENTRE SI TROVAVA SEDUTA ALL’ESTERNO DI UN BAR NEL CENTRO DI CHIOGGIA, L’AVEVA AGGREDITA, SCHIAFFEGGIANDOLA E MINACCIANDOLA DI MORTE. L’ULTIMO EPISODIO E’ AVVENUTO QUALCHE GIORNO FA, MENTRE LA DONNA SI TROVAVA NEI PRESSI DI UNO STABILIMENTO BALNEALE DEL LITORALE DI SOTTOMARINA, VENIVA AVVICINATA ALLE SPALLE DALL’EX CHE DOPO AVERLA PRESA PER UN BRACCIO LA COLPIVA VIOLENTEMENTE CON UNO SCHIAFFO AL VOLTO. LA DONNA SI RIVOLGEVA NUOVAMENTE AI CARABINIERI DELLA LOCALE STAZIONE, I QUALI DOPO AVER VERIFICATO I FATTI NARRATI, INVIAVANO UNA DETTAGLIATA RELAZIONE ALLA PROCURA DELLA REPUBBLICA A SEGUITO DELLA QUALE IL PUBBLICO MINISTERO RICHIEDEVA L’AGGRAVAMENTO DELLA MISURA CAUTELARE, CHE IL GIUDICE PER LE INDAGINI PRELIMINARI HA CONCESSO E NEL POMERIGGIO DI IERI, L’UOMO E’STATO ARRESTATO E TRADOTTO PRESSO LA PROPRIA ABITAZIONE IN REGIME DI ARRESTI DOMICILIARI. CHIOGGIA 25 LUGLIO 2013

7 commenti:

  1. In galera se butte uno che ghe mette le man adosso a una donna, in galera e se butte via le CIAVE

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Purtroppo ce ne sono sempre troppe donne vittime di stalking :(...speriamo che almeno questa riesca a vivere da adesso con un po' più di serenità. Auguri di cuore!!

      Elimina
  2. ma come si kiama questo individuo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per legge non si può mettere per difendere l'identità della persona sottoposta a questi soprusi, ti diamo le iniziali L. T. c'era sulla nera di due anni fa, per il preciso identico reato

      Elimina
  3. ma come si kiama questo individuo

    RispondiElimina
  4. dovete denunciare questi personaggi,la stragrande maggioranza non sporge denuncia per paura di ritorsioni!

    RispondiElimina
  5. I domiciliari non servono a nulla. Portatelo in galera a sue spese a vita!

    RispondiElimina

Purtroppo siamo bersagliati dallo spam. Se vuoi commentare devi registrarti su google anche con un nick name, ci dispiace ma e' diventata una cosa impossibile.

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.